Gli Articoli di Consulenze Agronomiche

by

In: Novità

Commenti disabilitati su Proroga dei prodotti fitosanitari a base di varie sostanze attive

Proroga dei prodotti fitosanitari a base di varie sostanze attive

Proroga dei prodotti fitosanitari a base di varie sostanze attive

La Direzione Generale per l’Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e della Nutrizione ha emesso un comunicato concernente la proroga dei prodotti fitosanitari a base di varie sostanze attive approvate e riportate nel regolamento (UE) n. 2018/917.

Nel regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 è riportato l’elenco completo delle sostanze attive approvate o considerate approvate ai sensi del regolamento (CE) n.1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari, con l’indicazione del periodo di approvazione per ciascuna di loro.

Ciò premesso, con il regolamento (UE) n. 2018/917, il periodo di approvazione delle sostanze attive: diquat, pimetrozina, famoxadone, metalaxyl-m e flumiossazina è stato prorogato al 30 giugno 2019.

qui di seguito il comunicato (per il pdf clicca qui)

Contestualmente, lo stesso regolamento proroga al 31 luglio 2019 il periodo di approvazione per le seguenti sostanze attive: oxasulfuron, foramsulfuron, ciazofamid, fenamidone, isoxaflutole, chlorpropham, alpha-cypermethrin, benalaxyl, bromoxynil, desmedipham, phenmedipham, metossifenozide, s-metolachlor, Gliocladium catenulatum ceppo: J1446, etoxazole, bifenazato, milbemectin, fenamifos, etefon, captan, folpet, formetanato, metiocarb, dimetoato, dimetomorf, metribuzin, fosmet, propamocarb, etoprofos, pirimifosmetile, beflubutamid, benthiavalicarb, boscalid, carvone, fluoxastrobin, Paecilomyces lilacinus ceppo 251 e prothioconazole.

Si rende pertanto necessario prorogare, per lo stesso periodo, anche i prodotti contenenti tali sostanze attive. Sono fatti salvi i prodotti fitosanitari che contengono queste sostanze attive in combinazione con altre sostanze attive aventi diverse date di scadenza.

Il presente comunicato è pubblicato sul portale del Ministero della salute www.salute.gov.it nell’area dedicata ai Prodotti Fitosanitari con le modalità di cui all’art. 32, comma 1 della Legge 18 giugno 2009, n. 69 ed ha valore di notifica alle Imprese interessate.

I dati relativi ai prodotti fitosanitari oggetto di proroga sono disponibili nella sezione “Banca Dati” dell’area dedicata ai prodotti fitosanitari del portale www.salute.gov.it.


by

In: Opportunità

Commenti disabilitati su ART€A: E’ possibile segnalare i danni causati dal vento del 15 luglio in Provincia di Firenze

ART€A: E’ possibile segnalare i danni causati dal vento del 15 luglio in Provincia di Firenze  (Mugello)

 

 

Si segnala che sino al 6 Agosto 2018 alle ore 13:00 su ART€A è possibile segnalare i danni causati dal vento impetuoso che ha interessato parte del territorio della Provincia di Firenze  (Mugello e zone limitrofe).


by

In: Opportunità

Commenti disabilitati su Bando per la concessione di contributi a favore dei soggetti attinenti ai Centri Commerciali Naturali della Provincia di Pistoia – anno 2018

Bando per la concessione di contributi a favore dei soggetti attinenti ai Centri Commerciali Naturali della Provincia di Pistoia – anno 2018

 

La Camera di Commercio di Pistoia è da tempo impegnata a sostenere le iniziative di animazione dei Centri Commerciali Naturali, inseriti a pieno titolo nelle politiche regionali di sviluppo quali vere e proprie gallerie commerciali a cielo aperto suscettibili di valorizzare i territori e la loro cultura in tutte le sue declinazioni, con particolare riferimento ai centri storici.
In tale ottica, nell’ambito delle funzioni di valorizzazione del patrimonio culturale nonché sviluppo e promozione del turismo attribuite agli Enti camerali dalla L. 580/1993, così come modificata dal D.Lgs. 219/2016, l’Ente camerale intende sostenere progetti realizzati da soggetti attinenti ai Centri Commerciali Naturali da svilupparsi nel II° semestre 2018.

SOGGETTI BENEFICIARI
Soggetti associativi e consortili che attengono a Centri Commerciali Naturali (in seguito denominati proponenti), di cui all’art. 97 comma 1 lettera b) della L.R. n. 28 del 07.02.2005, il cui ambito territoriale – rientrante nella provincia di Pistoia – sia stato individuato dal Comune con proprio con atto.

MISURA DELL’INTERVENTO CAMERALE
Totale 70.000,00 Euro
con il limite di Euro 20.000,00 per ciascun soggetto proponente (importo massimo contributo camerale)- Ogni proponente potrà presentare un solo progetto.

PRESENTAZIONE DOMANDE
Le domande potranno essere presentate a partire dal 18 luglio 2018 ed entro il termine massimo del 5 settembre 2018.

Per tutti i dettagli contattateci328 9252482

inquadrando il qr troverai tutti i dati relativi allo studio


by

In: Novità

Commenti disabilitati su Canapa: il Mipaaf (Ministero delle Politiche Agricole e Forestali) ha pubblicato una circolare per la promozione e coltivazione

Canapa: il Mipaaf (Ministero delle Politiche Agricole e Forestali) ha pubblicato una circolare per la promozione e coltivazione

 

 

fonte immagine: thefoodmakers.startupitalia.eu

Canapa: il Mipaaf (Ministero delle Politiche Agricole e Forestali) ha pubblicato una circolare per la promozione e coltivazione

Canapa: il Mipaaf (Ministero delle Politiche Agricole e Forestali) ha pubblicato una circolare per la promozione e coltivazione (per scaricare la cicolare clicca qui) la quale chiarisce l’applicazione della legge 242 del dicembre 2016.
Nel testo sono richiamate le specifiche della legge e i parametri che bisogna rispettare coltivare la Canapa, nel documento c’è un espresso riferimento al tasso di THC (Delta-9-tetraidrocanna- binolo e Delta-8-trans-tetraidrocannabinolo), il cui limite resta a 0,2% della canapa greggia così come previsto da regolamento europeo.

la legge n°242/2016consente di coltivare solo le varietà iscritte nel Catalogo comune delle varietà delle specie di piante agricole, ai sensi dell’articolo 17 della Dir. 2002/53/CE del Consiglio, le quale non devono  rientrae nell’ambito di applicazione del testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, di cui DPR n. 309 del 1990. La coltivazione di queste varietà è consentita senza necessità di autorizzazione la quale invece deve essere richiesta per la coltivare la canapa con alto contenuto di THC, sempre per gli usi consentiti dalla legge.


by

In: Generale

Commenti disabilitati su Igp di Pachino, al via l’iscrizione gratuita al consorzio

Igp di Pachino, al via l’iscrizione gratuita al consorzio

Possibilità valida fino al 31 dicembre

 

Il Consorzio Igp di Pachino comunica che la quota d’ingresso sarà gratuita fino al prossimo 31 dicembre.

E’ possibile iscriversi gratuitamente dal 15 luglio dopo che il CDA (Consiglio di Amministrazione) ha approvato all’unanimità la proposta. Per iscriversi è necessario inoltrare la candidatura all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia in modo da ottenere la certificazione a marchio Igp e presentarla alla segreteria del Consorzio Igp di Pachino.

Individuata – spiegano dal Consorzio – anche una formula d’ingresso per i confezionatori per i quali è stato previsto l’abbattimento del 75% della quota di iscrizione. “Vogliamo – ha detto il presidente del Consorzio di Tutela Pomodoro di Pachino Igp Salvatore Lentinello – che l’agricoltore possa riconoscere il Consorzio di Tutela Pomodoro di Pachino Igp, come la sua seconda casa”. “Bisogna rendersi conto che, in un mercato globalizzato con prodotti provenienti da molte altre nazioni, è una grossa opportunità – ha specificato inoltre il presidente – poter garantire che il pomodoro sia ottenuto nella nostra zona nel rispetto del nostro disciplinare”.

“Non dobbiamo fare l’errore di preferire – ha concluso – la lavorazione del prodotto convenzionale a quelle del pomodoro a Indicazione Geografica Protetta. Il marchio Igp appartiene al territorio e quindi è di proprietà di tutti i nostri agricoltori. Consorziarsi – ha incalzato – vuol dire partecipare attivamente alla scelta delle strategie da attuare in termini di tutela e promozione e quindi incidere sulle politiche di valorizzazione del territorio”.


by

In: Agricoltura

Commenti disabilitati su Stevia – Stevia rebaudiana Bertoni

Stevia – Stevia rebaudiana Bertoni

fonte immagine: http://www.reherb.eu/en/content/stevia-rebaudiana

Stevia – Stevia rebaudiana Bertoni

una coltura la cui coltivazione è possibile anche in Italia con il sistema dell’agricoltura biologica

Stevia – Stevia rebaudiana Bertoni, la tassonomia:
Famiglia: Asteracee (Composite)
Genere: Stevia
Specie: rebaudiana Bertoni.

La varietà più conosciuta è la Stevia rebaudiana Bertoni anche se in natura ne esistono più di 100 varietà.

Le varietà più apprezzate sono: Criolla, Morita e Eirete:

  • Native Variety (Criole/Criolla):  ha un sapore meno dolce rispetto ad altre  però è molto resistente alle carenze idriche,
  • Stevia Eirete: è un ibrido originato in Paraguay  ed è usato per la coltivazione in pieno campo: il prodotto ottenuto da questa varietà ha un potere dolcificante maggiore della Native
  • Stevia Morita II: questa varietà è stata selezionata per ottenere un prodotto con un potere dolcificante  maggiore della Native però è più sensibile alla mancanza d’acqua
  • Stevia Morita III: è una varietà ottenuta dall II, il potere dolcificante è uguale alla varietà genitrice però è più resistente alle carenze idriched
  • Katupyry: varietà selezionata in Paraguay  èd è adatta per i climi aridi ed è dotata di elevato potere dolcificante

Descrizione

La Stevia rebaudiana è una pianta perenne ed è originaria  dell’Alto Paraná nel Paraguay sudorientale. 

La Stevia è un suffruttice, i fusti  tendono a diventare legnosi, il portamento è eretto. Nelle prime fasi  ha un solo stelo, ma crescendo negli anni  assume un portamento cespuglioso. Nel suo ambiente naturale raggiunge i 90 cm ma se coltivato ai tropici può superare il metro

Radice: l’apparato radicale  è fibroso, sono presenti  numerose radichette laterali, ed è sprovvisto del principio dolcificante

Fusto: il fusto è tomentoso (ricco di peluria), inizialmente ha una consistenza erbacea ma nel proseguire della stagione tende a lignificare alla base

Foglie: le foglie sono la sede centrale del principio dolcificante (denominato stevioside e rebaudoside A). La loro forma è lanceolata, seghettate e tomentose in entrambe le pagine. Il colore è verde chiaro nella pagina inferiore e verde scuro nella pagina superiore

Infiorescenza: i fiori sono molto piccoli, sono ermafroditi, la corolla ha 5 petali campanulati

Frutto: è un achenio indeiscente molto piccolo, dotato di pappo, (peso di 1000 semi circa 0,20 g)

                    particolari dell’infiorescenza del fusto e della foglia

Coltivazione della Stevia

Preparazione del suolo: L’adeguata preparazione del terreno, prima dell’impianto della coltura, è essenziale per ottenere un buon sviluppo e una buona produzione. La Stevia richiede una rigorosa preparazione del terreno. E’ necessario preparare un buon letto di semina econsiglia un’aratura a una  profondità non superiore a 25 cm.

Prima di mettere a dimora le giovani piante è importante aver fatto tutte le concimazioni e i trattamenti necessari.

E’ importante iniziare la fertilizzazione circa un mese dopo il trapianto con concimi a lenta cessione, il massimo utilizzo degli elementi nutritivi coincide con il maggiore sviluppo della pianta, quindi nei mesi tra giugno e agosto dobbiamo apportare sempre il concime.

Il seguente  schema di fertilizzazione può servire da guida per : 180 kg / ha di azoto (N), 60 kg / ha di potassio (K) e 92 kg / ha di fosforo (P).

Riproduzione per seme

Con il seme ottenuto possiamo procedere alla preparazione del semenzaio, si consiglia un buon terriccio organico di tessitura fine e drenante su cui appoggiare i semi, che non devono essere coperti perché la germinazione avviene alla luce. Il tempo di germinazione è molto lungo servono almeno quarantacinque giorni a 20°C, quando la piantina avrà 6-8 foglie vere, è pronta per il trapianto.

Riproduzione per talea

La talea si ottiene più facilmente da punta (3-4 nodi). L’epoca migliore per fare le talee  è la tarda primavera. Le talee radicano circa in 15-20 giorni e sono pronte al trapianto dopo quarantacinque giorni.

 Esigenze ambientali

I  requisiti  più importanti sono clima, fotoperiodo, temperatura, terreno, pH del terreno e acqua.

Fotoperiodo I fotoperiodi lunghi aumentano la lunghezza degli internodi, l’area fogliare, il peso secco e accelerano l’aspetto delle foglie. La sostanza secca si riduce della metà con un fotoperiodo di pochi giorni. Il fotoperiodo critico per lo sviluppo della stevia è di 13 ore, ma esiste una grande variabilità genetica tra gli ecotipi.

Temperatura La Stevia è una specie originaria della zona subtropicale semi umida con temperature estreme comprese tra -6 e 43 ̊C, con una media di 24 ̊C. Si ritiene che la temperatura ottimale è compresa tra 24 e 28 ̊C. Nei nostri climi la stevia presenta un ciclo colturale primaverile estico con un periodo di quiescenza in inverno.

Terreno Il terreno ideale  della stevia è sabbioso-argilloso, argilloso e sabbioso-limoso. Si adatta bene a terreni con un buon drenaggio,. Non sopporta il ristagno idrico. 

pH Il pH ottimale è quello sub-acido ma sopporta valori di 7,5 purchè non ci sia una salinità elevata

Acqua: Il fabbisogno idrico di questa specie è alto e continuo; cioè, l’acqua non deve mancare durante le diverse fasi del suo sviluppo.  Stevia non tollera lunghi periodi di siccità, per cui nelle zone in cui le precipitazioni annuali sono inferiori a 1.400 mm è necessario utilizzare sistemi di irrigazione. Uno studio in Toscana ha messo inm risalto che tra giugno e agosto la Stevia necessita circa 500 mm di acqua, nelle fasi iniziali la pianta ha un consumo più alto rispetto alle fasi successive. Nei nostri areali l’irrigazione è indispensabile

Semina

il sesto di impianto  è 0,45 m x 0,20 m avendo una densità di  oltre 100.000 piantine/ha.

La Stevia può essere piantata in qualsiasi momento dell’anno, purché si abbia a disposizione un sistema di irrigazione, però per garantire il successo del trapianto, è consigliabile iniziare le piantagioni nei mesi più piovosi.

Raccolta

La raccolta avviene tramite lo sfalcio della parte aerea avendo cura di preservare le gemme basali.

Nella zona di origine, dove la coltura presenta una vegetazione continua, lo sfalcio avviene più volte all’anno (massimo di tre sfalci). Nei nostri areali la Stevia si comporta come primaverile estiva, con periodo invernale di quiescenza.

Il prodotto sfalciato deve essere sottoposto al processo dell’essiccazione, per ridurre l’unidità a valori inferiori al 10%. L’essicazione può eessere fatto o con forni termoventilati oppure al Sole.

Successivamento allo sflacio è necessario procedere la battitura manuale o meccanica, operazione che consente la separazione delle foglie dagli steli. La parte fogliare  ottenuta dalla battitura deve essere sottoposta a operazione di ventilazione, al fine  di separare, in funzione del peso, diverse frazioni di erbe dalla polvere e dalle impurità inerti.

 

Per maggiori informazioni sulla stevia contattateci.

 


by

In: Opportunità

Commenti disabilitati su contributi valorizzazione del patrimonio culturale, lo sviluppo e promozione turistica

Bando per la concessione di contributi per il cofinanziamento di iniziative per la valorizzazione del patrimonio culturale, lo sviluppo e promozione del turismo – Anno 2018

La Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno ha attivato un contributi valorizzazione del patrimonio culturale, lo sviluppo e promozione turistica – Anno 2018

Termine per la presentazione delle domande: 30 novembre 2018, salvo chiusura anticipata del bando per esaurimento fondi

La Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno nell’ambito della “Valorizzazione del patrimonio culturale, sviluppo e promozione del turismo”, allo scopo di intensificare e promuovere la conoscenza e la fruizione dei beni culturali e paesaggistici, informa che la possibilità di ottenere contributi sarà subordinata alla partecipazione del bando.

Lo stanziamento complessivo destinato all’iniziativa è pari ad € 87.000.

Per tutti i dettagli contattateci328 9252482

inquadrando il qr troverai tutti i dati relativi allo studio

 

 

 

 

 

(articolo da http://www.lg.camcom.gov.it/pagina0_home.html)

by

In: Opportunità

Commenti disabilitati su Voucher alle imprese che ospitano percorsi di Alternanza Scuola Lavoro – 2018

Voucher alle imprese che ospitano percorsi di Alternanza Scuola Lavoro – 2018

Le  Camere di Commercio di Pisa  e della Maremma del Tirreno (Livorno e Grosseto) per facilitare l’incontro tra domanda-offerta di formazione e lavoro, ha previsto la concessione di voucher alle imprese che intendono ospitare percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro.

Alle imprese sarà concesso un voucher di 600 euro per ogni studente, della scuola secondaria di secondo grado e dei Centri di Formazione Professionale, ospitato in azienda per un percorso di almeno 40 ore.

ATTENZIONE:è consentita una sola domanda di contributo per un numero massimo di 3 stage(3 studenti) ospitati a partire dal 1 gennaio 2018 e conclusi al momento in cui verrà presentata la richiesta. Ciascuna impresa potrà quindi ricevere un contributo massimo di 1.800 euro.

Il contributo sarà erogato solo a fronte di percorsi di alternanza scuola-lavoro effettivamente svolti e documentati. Potranno beneficiare dell’intervento solamente i soggetti, imprese e soggetti REA, in linea con i requisiti indicati del bando.

Per tutti i dettagli contattateci328 9252482

inquadrando il qr troverai tutti i dati relativi allo studio


by

In: Opportunità

Commenti disabilitati su “Terre di Pisa” un nuovo prodotto turistico del territorio rurale pisano

“Terre di Pisa” un nuovo prodotto turistico del territorio rurale pisano

La Camera di Commercio di Pisa  ha ideato un nuovo un brand che identifica le peculiarità agroalimentari, artistiche, storiche, naturali e l’offerta turistica d’eccellenza. Il nuovo marchio ha il nome di “Terre di Pisa” e comprensiva i territori del Comune di Pisa si  i Comuni dell’entroterra pisano.
L’iniziativa è nata dalla Camera di Commercio di Pisa che ha raccolto l’esigenza degli operatori del settore agroalimentare, vitivinicolo e dell’ospitalità di definire un progetto di marketing di destinazione di Pisa e del suo entroterra.

Il progetto, al quale hanno aderito 33 Comuni, le Unioni Valdera e Altavaldera, numerose Associazioni di Categoria e soggetti turistici rappresentativi del del territorio pisano, si propone di migliorare la qualità dei servizi turistici offerti sul territorio, di valorizzare i prodotti agroalimentari ed artigianali, di accrescere la consapevolezza dei soggetti coinvolti  e di attrarre i turisti in cerca di luoghi e prodotti non standardizzati, proponendo al contempo esperienze di autentico lifestyle toscano.

Al disciplinare “Terre di Pisa” potranno aderire le tipologie di soggetti sotto elencati, in qualsiasi forma giuridica costituiti, con sede in provincia di Pisa o nei Comuni limitrofi:

  • strutture ricettive sia alberghiere sia extra-alberghiere
  • servizi di ristorazione (ristoranti, trattorie, osterie, enoteche, catering)
  • aziende agroalimentari, artigianali e di altre produzioni manifatturiere (incluse cantine e frantoi e botteghe di prodotti tipici)
  • fornitori di servizi turistici  (tour operator, agenzie incoming, noleggio con o senza conducente, trasporti, guide turistiche, ambientali ed enogastronomiche, SPA, servizi termali, altri fornitori di servizi turistici)
  • siti di interesse storico-artistico, culturale, ambientale

La candidatura deve essere accompagnata da un’autocertificazione che dichiari il possesso dei requisiti previsti dal disciplinare riguardo al rispetto della normativa in materia di CCNL, di sicurezza sul  lavoro e di igiene alimentare, riguardo alla qualità dell’accoglienza e all’autenticità e tipicità dell’ offerta  proposta.
L’adesione è volontaria e gratuita e consentirà il coinvolgimento nelle campagne di comunicazione e promozione della destinazione turistica “Terre di Pisa” rivolte sia al mercato italiano sia a quello estero. Offrirà inoltre visibilità sul sito internet dedicato al brand e favorirà la creazione di una rete di riferimento per trovare altri operatori qualificati da coinvolgere nei propri pacchetti turistici o ai quali rivolgersi per soddisfare le richieste dei propri clienti.

per maggiori informazioni puoi contattare lo studio    al 328 9252482

inquadrando il qr troverai tutti i dati relativi allo studio

(articolo da www.pi.camcom.it/)

by

In: Opportunità

Commenti disabilitati su In Cantina Jazz: Terre di Pisa Tour 2018

 

In Cantina Jazz: Terre di Pisa Tour 2018 è un’iniziativa legata alla promozione del territorio pisano e dei suoi prodotti, organizzata in collaborazione con l’Associazione Musicale Sinestesica, prevede dieci appuntamenti itineranti alla scoperta delle cantine delle Terre di Pisa nel periodo luglio/dicembre 2018.

In ogni appuntamento verranno proposti in degustazione tre vini, nel corso di una cena o un buffet, sui quali l’Associazione Sinestesica costruirà il programma musicale della serata, uno spettacolo sensoriale che invita il pubblico a “degustare la musica e ascoltare il vino”.

La Camera di Commercio concederà ad ogni cantina un contributo del 70%, fino ad un massimo di 1.000 euro (IVA inclusa), a parziale rimborso delle spese sostenute.

Affretta la tua candidatura compilando il modulo di adesione da trasmettere per PEC entro lunedì 2 luglio 2018.

Per maggiori informazioni contattaci

 

(immagini e testo da http://www.pi.camcom.it/)