Gli Articoli di Consulenze Agronomiche

by

In: Opportunità

Commenti disabilitati su Regione Toscana: approvato cronoprogramma PSR 2014-2020

PSR 2014-2020 Logo-2

 

Regione Toscana: approvato cronoprogramma PSR 2014-2020

La Regione Toscana ha approvato il cronoprogramma per il nuovo Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020, qui di seguito quanto previsto:

cronoprogramma piano sviluppo rurale 2014-2020

 

se avete delle idee progettuali contattateci

 

 


by

In: Generale

Commenti disabilitati su Agriqualità Toscana aggiornamento delle schede tecniche e di difesa anno 2015

index

 

 

 

 

Agriqualità Toscana aggiornamento delle schede tecniche e di difesa anno 2015

 

la Regione Toscana ha pubblicato sul BURT la revisione delle schede tecniche e di difesa per l’Agricoltura Integrata per l’anno 2015.

Qui di seguito potete scaricare le schede tecniche :

scarica il documento Agriqualità 2015


by

In: Generale

Commenti disabilitati su Regione Toscana Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 presto al via

PSR 2014-2020 Logo-2

 

 

Regione Toscana Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 presto al via

La Regione Toscana annuncia sul suo sito che il Programma di sviluppo rurale della Regione Toscana, per il periodo 2014-2020 sta per diventare operativo.

Secondo quanto riferito la Regione Toscana a breve emanerà i primi bandi che metteranno a disposizione del mondo agricolo e rurale della Regione Toscana un plafond importante per :

  • investimenti,
  • innovazione,
  • filiere,
  • diversificazione produttiva,
  • sostenibilità ambientale,
  • settore forestale
  • difesa del territorio.

Prossimamente partirà una campagna di comunicazione volta a far conoscere le opportunità che il nuovo P.S.R. metterà a disposizione del settore agricolo, agroalimentare e agroforestale in Toscana.

Intanto sono già pronti il logo, nel quale è riportato la sigla PSR, Programma di Sviluppo Rurale- Regione Toscana 2014-2020, e la campagna intitolata “Grandi risultati”, quelli che saranno raggiunti dal settore agricolo grazie ai 961 milioni di euro che nei prossimi 7 anni il PSR porterà in Toscana.

 

Fonte:Regione Toscana


by

In: Opportunità

Commenti disabilitati su Bando Praf 2015 sostegno alle Pmi della trasformazione di olive e ortofrutta

logo

Praf 2015 sostegno alle Pmi della trasformazione di olive e ortofrutta

La Regione Toscana con decreto dirigenziale n. 488 del 16 febbraio ha approvato e pubblicato il bando Sostegno alle imprese operanti nella trasformazione dei prodotti agricoli” (allegato A del decreto), nell’ambito dell’attuazione della misura  A.1.13 azione c del Piano regionale agricolo-forestale (Praf) per l’annualità 2015, al fine di predisporre contributi per le aziende di alcuni settori agricoli (trasformazione olive e ortofrutta) che stanno affrontando una grave crisi congiunturale dovuta prevalentemente alla riduzione delle produzioni in Toscana a causa dell’avverso andamento climatico.  Con la delibera di Giunta regionale 26 gennaio 2015, n.62, la Regione Toscana ha deciso, infatti, di attivare alcune misure urgenti del Praf 2015 (misura A.1.13.c; misura A.2.6.f; misura F.1.13.d; misura F.1.13e; misura F.1.13.f).

Finalità Sostenere le imprese di trasformazione operanti nel settore della trasformazione di olive e ortofrutta, attraverso un contributo del 50% sul costo di interessi passivi pagati nell’arco del 2014.

Destinatari. Le micro, piccole e medie imprese (Pmi) che operano nella trasformazione di olive e ortofrutta (frantoi, imprese ortofrutticole) da almeno un esercizio finanziario. Per i requisiti richiesti consultare il paragrafo 3 “Condizioni di accesso” e il paragrafo 7.2 “Minimali e massimali del contributo” del testo integrale del bando.

Scadenza della domanda.  La domanda di aiuto, sottoscritta dal legale rappresentante, può essere presentata a partire dal 18 marzo fino alle ore 13 del 13 aprile 2015,

Tipo di agevolazione. Contributo del 50%, concesso in regime “de minimis” (condizioni previste dal Reg. UE n. 1407/13), sull’ importo complessivo degli interessi passivi pagati nel corso dell’anno 2014 su: titoli di debito, finanziamenti erogati da investitori professionali soggetti a vigilanza prudenziale a norma delle leggi speciali, finanziamenti erogati da investitori istituzionali. I pagamenti dovranno essere dimostrati con idonei giustificativi di spesa.
L’importo massimo complessivo del contributo pubblico concedibile per impresa è di 200.000, in regime de minimis (art. 3 del Reg. (UE) n. 1407/2013). Fermo restando ciò, per il calcolo del massimale del contributo pubblico concedibile, si applica quanto segue, per ciascuna domanda di aiuto:

Non sono ammesse domande di aiuto il cui aiuto concedibile (in sede di atto di assegnazione) risulta inferiore ad un importo di 20.000 euro.

Spese ammissibili. Interessi passivi pagati nel corso dell’anno 2014 su: titoli di debito, finanziamenti erogati da investitori professionali soggetti a vigilanza prudenziale a norma delle leggi speciali, finanziamenti erogati da investitori istituzionali.

Per conoscere tutti i dettagli necessari per presentare la domanda consultare il testo integrale del bando  e gli allegati (Burt PARTE III n. 8 del 25.02.2015 – pp. 64-67).

Fonte: Regione Toscana


by

In: Ambiente

Commenti disabilitati su Banca dati dei prodotti fitosanitari

testata

Banca dati dei prodotti fitosanitari

Il ministero della salute ha pubblicato sul suo sito una banca dati per la ricerca di un prodotto fitosanitario.

Continua a leggere l’articolo


Gen 23

Imu agricola

by

In: Generale

Commenti disabilitati su Imu agricola

cropped-colline-bordo11.jpg

Imu agricola

Imu agricola, Mipaaf: Cdm dà via libera a revisione dei criteri e slitta pagamento al 10 febbraio Martina: 3456 comuni totalmente esentati e tutelati coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali

Continua a leggere l’articolo


by

In: Opportunità

Commenti disabilitati su lo spreco alimentare

FAO-Save-Food-250x180

 

 

 

 

 LO SPRECO ALIMENTARE

Il tema dello spreco alimentare è quantomai attuale.
A fine 2014 la FAO ha pubblicato il rapporto finale del progetto FOOD WASTAGE FOOTPRINT – L’impronta ecologica del cibo sprecato http://www.fao.org/3/a-i3991e.pdf.

Continua a leggere l’articolo


by

In: Opportunità

Commenti disabilitati su La banca della terra in Toscana

GiovaniSi_small

La banca della terra in Toscana

In Toscana esiste da qualche anno la banca della terra gestita dall’ente terre regionali di toscana.
La Banca della Terra si inserisce nel progetto GIOVANISI’ (www.giovanisi.it) e contiene un inventario completo e aggiornato dell’offerta dei terreni e delle aziende agricole di proprietà pubblica e privata disponibili per operazioni di affitto o di concessione, ivi compresi i terreni privati dichiarati temporaneamente disponibili.
Con questa iniziativa la regione mette a disposizione, tramite appositi bandi, terreni attualmente incolti e/o abbandonati, che possono essere utilizzati in nuove iniziative imprenditoriali.
I bandi aperti sono pubblicati in un’apposita sezione del sito di ARTEA, l’ente regionale per le erogazioni in agricoltura http://www.artea.toscana.it/sezioni/Evidenza/Testi/TerreToscaneIntro.aspx.

Fonte: Regione Toscana


by

In: Generale, Opportunità

Commenti disabilitati su Nasce ITALIAN QUALITY EXPERIENCE, la piattaforma web per l’agroalimentare italiano

eee

 

 

 

 

Nasce ITALIAN QUALITY EXPERIENCE, la piattaforma web per l’agroalimentare italiano

Italian Quality Experience è il progetto istituzionale ideato dalle Camere di commercio in vista dell’EXPO Milano 2015 per contribuire a presentare in modo efficace il modello Italia a livello internazionale.

Continua a leggere l’articolo


by

In: Opportunità

Commenti disabilitati su Regione Toscana Bando PSR 114 contributo a fondo perduto

logo

 

 

Regione Toscana Bando PSR 114 contributo a fondo perduto

La Regione Toscana ha aperto il Bando misura 114 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali.

Continua a leggere l’articolo